BD Swiss Opinioni – Un broker di Opzioni Binarie

BDSwiss, che sta per Banc de Swiss, è un broker di opzioni binarie che ha raggiunto una grandissima popolarità negli ultimi tempi, tanto da indurre molti utenti che desiderano avvicinarsi al mondo delle opzioni binarie a farlo proprio mediante questa piattaforma; prima di investire il proprio denaro, però, è naturale volere informarsi al meglio sul broker con il quale si va investire, e fare dunque una ricerca per vedere se vi siano su BDSwiss opinioni positive.

bdswiss

Innanzitutto bisogna tenere presente il fatto che BDSwiss è una società di brokeraggio accreditata presso la CySEC, l’authority di vigilanza di Cipro, che ha il compito di supervisionare le attività della Borsa di Cipro. Da quando Cipro è entrata a far parte dell’Unione Europea nel 2004 ha potuto iniziare a godere della direttiva MiFID sulla creazione di un mercato uniforme, permettendo così a tutte le società accreditate dalla CySEC di operare in tutto il mercato europeo e adeguandosi essa stessa alle direttive comunitarie. Ciò significa che l’attività di BDSwiss è regolamentata da un organo superiore che vigila sulle compravendite, garantendo così agli investitori sicurezza e serietà: in poche parole, tutte le compravendite che avvengono su BDSwiss vengono rese note all’authority, alla quale ci si può dunque rivolgere in caso di controversie.

BDSwiss è una piattaforma che consente di tradare opzioni binarie, un tipo di investimento che la CySEC ha nel 2012 riconosciuto come strumento finanziario a tutti gli effetti; si tratta di un approccio al trading molto facile e intuitivo, che può facilmente essere capito anche dai neofiti e che dunque risulta essere una buona opzione per coloro che si vogliono avvicinare al mondo del trading senza avere esperienza nei mercati finanziari. Grazie anche alla sua interfaccia user friendly e alla possibilità di interagire con la piattaforma tramite un’app per dispositivi mobili, la stragrande maggioranza degli utenti ha su BDSwiss opinioni più che positive. Per quanto le opzioni binarie siano un modo facile e veloce per iniziare a tradare, bisogna comunque prestare un minimo di attenzione all’andamento dei mercati finanziari: anche in questo senso BDSwiss si presenta competitiva, offrendo ai trader una pagina con tutte le ultime notizie di mercato.

Un altro aspetto interessante di BDSwiss è il fatto che i fondi dei clienti siano gestiti in modo separato da quelli della società, garantendo così il denaro degli investitori anche in caso di insolvenza della società. Tutte le transazioni vengono comunque gestite in maniera completamente trasparente, dando agli utenti una vasta gamma di possibilità per depositare e prelevare denaro, e permettendo in ogni momento di controllare l’andamento dei propri investimenti, la cui durata può andare da 60 secondi fino a un mese.

BDSwiss si può dunque considerare una delle piattaforme di trading online più affidabili del Web: grazie alla totale trasparenza con cui gestisce il denaro degli utenti e al controllo dell’authority cipriota, infatti, si può dire che BDSwiss faccia tutto il possibile per fare sentire i suoi investitori al sicuro.

Perché 24Option non fa schifo in 50 parole

Alcuni broker di opzioni binarie sono solo una truffa, alcuni solo succhiare. 24option è un membro dell’esclusivo elenco di broker considerato altamente rispettato e davvero stimolante. Grazie CySec regolamento che abbiamo possiamo revocare qualsiasi sospetto di una truffa da 24Option e un’attraente piattaforma di trading facile da usare con un buon servizio clienti rende 24Option un primo user-friendly e broker di fiducia.

Perche ‘ fa schifo 24Option in 50 parole

Il primo problema viene a mente è in realtà cattive notizie per i clienti statunitensi; 24option non ci servono più i clienti a causa della regolamentazione nell’UE. Buffo come buona notizia ai clienti EU è meno buono per clienti statunitensi. Qualcuno ha detto EUR/USD? Un’altra cosa che davvero non voglio addressb per come è un problema; Poiché 24Optibonuson è diventato completamente regolamentato il rendimento medio in diminuzione con il 2%. Tuttavia, il regolamento stesso è un grande vantaggio. Inoltre, 24Option offre ancora rendimenti più in alto che 87% quindi non posso davvero dire questo è un problema!

image_20160630_152236_1

24option opzioni binarie recensione-True Pioneer

24option, fondata nel 2009 è un pioniere vero opzioni binarie. 24option è di proprietà di Rodeler Ltd., ma erano in precedenza di proprietà di CBAY fino a dicembre 2013, quando le due menzionate aziende fuse. Rodeler Ltd. è una società che opera sotto licenza di Cyprus Securities Exchange Commission (CySEC) numero 207/13. Sede della società si trova a Limassol, Cipro CY-4103 al 39 Kolonakiou Street, FREMA PLAZA, primo piano, Ayios Athanasios. In cima alla licenza CySEC, 24Option (Rodeler Ltd) è registrata anche con il britannico Financial Conduct Authority (FCA) dal 12/04/2013 e Rodeler BaFin in Germania. Recentemente 24Option ha aperto un nuovo ufficio nel Regno Unito, si trova al 15 ° piano 99 Bishopsgate London, EC2M 3XD Tel: +44 203 693 8656.

Dal loro annuncio di 24Option innovare, piattaforma completamente web-based mantenuto il crescendo lentamente, ma intelligente, fornendo agli investitori gli strumenti corretto e più semplici per negoziare opzioni. 24option ha anche un’ottima interfaccia utente, tra le altre caratteristiche. Per quanto riguarda la loro interferenza dell’utente, abbiamo concluso il primo paragrafo che il processo di negoziazione e la navigazione globale sono semplicemente fantastico. Il processo di trading è facile da usare e i diagrammi in tensione sono disponibili cliccando sull’asset. Se un trader vuole esaminare più da vicino l’asset, (s) non ha bisogno di individuare altre pagine; un semplice click sulla scheda asset apparirà una piccola finestra appena sopra l’asset con informazioni da Yahoo e altre fonti. Questi grandi vantaggi di 24Option fatto di questa azienda uno dei migliori broker di opzioni binarie là fuori.

image_20160630_152236

24option è migliorata da quando sono state fondate, la piattaforma è stato ri-progettata, ha aumentato il numero di asset e soggiorno fino a data sembraper essere la loro ambizione. Ho spostato il paragrafo in verde. Era originariamente nella sezione “24option è una truffa?” ma non vedo alcun motivo per essere lì. L’idea principale dietro la piattaforma di trading di 24Option è leggermente diversa da quella di molti altre broker di opzioni binarie, come i beni sono organizzati dal tempo di scadenza più breve (di solito 30 secondi) per il più lungo (per lo più alla fine della giornata con poche eccezioni). Ad esempio, se si fa clic sulla scheda High\Low, vedrai un elenco di tutti i beni organizzato dalla loro data di scadenza. I primi asset sono quelli che un hanno tempi di scadenza più brevi, mentre l’ultima è di solito scadono alla fine del giorno. Naturalmente, un commerciante potrebbe anche fare clic sulla scheda High\Low e quindi scegliere schede indici o azioni al fine di visualizzare solo le risorse selezionate. Ci sono più di 100 attività e in ogni categoria appariranno da più breve tempo di scadenza per la più lunga. Ho effettivamente trovato questa piattaforma molto facile da usare quindi maggior parte altra piattaforma, tra cui la piattaforma SpotOption ben rispettata. Una volta ci si abitua ad esso, la piattaforma di TechFinanciels fornisce una soluzione migliore per la maggior parte dei tipi di investitori – coloro che commerciano intorno l’orologio in una manciata di secondi (io la chiamo quegli investitori pazzi l’elevato rischio di alti profitti digitare) e coloro che preferiscono il commercio più conservatore.

Entrambi i tipi di investitori troveranno molto interessante In-the-Money ritorno estremamente soddisfacente-fino a 87% in-the-money e la possibilità di chiusura di un commercio prima della scadenza per garantire profitti. I rendimenti medi sono 82% per coppie di valute principali e 70% per le coppie di minori ed esotiche. Questi rendimenti interessanti sono tra il numero di leader nel settore delle opzioni binarie. L’unico inconveniente è l’investimento minimo relativamente alta (circa 24$ per la maggior parte delle attività, ma a differenza della maggior parte delle altre opzioni binarie broker il cambiamento minimo investimenti da asset per asset), che potrebbe limitare i principianti. Tuttavia, 24Option fornire una demo così i principianti potrebbero primo commercio denaro virtuale e solo allora investire per davvero. Un altro piccolo inconveniente interessati con i principianti è il deposito minimo medio sopra (200$). Io di solito preferisco broker che accettare le commissioni di deposito minimo inferiore, ma nel caso di 24Option, posso sicuramente dire che è valsa la pena, a causa della regolamentazione di 24Option.
Recentemente 24Option sono diventati partner ufficiali con Juventus Football Club e questo aggiunge alla loro credibilità e di alto profilo. Sì, 24Option è un broker molto rispettato del ripiano superiore, ma l’ulteriore conferma non fa mai male quindi se sei un appassionato di calcio e un fan di opzioni binarie, sei per una vera delizia. Oh dimenticavo: se sei un appassionato di tennis sarete felici di sapere che Boris Becker e 24Optionattualmente di portarvi un concorso con la possibilità di vincere 100.000 dollari!!! QUINDI preparatevi le dita trading perché non sta andando a durare per sempre.

24Option è una truffa?

24option non è una truffa. 24option è stata regolata nel 2013, ai sensi del regolamento CySec. Ciò significa che il denaro depositato al provider è sicuro. Per ulteriori informazioni su binario opzioni regolamento Vedi il link fornito. Regolamento di 24option è naturalmente la ragione principale perché 24Option volentieri è stato aggiunto alla lista dei broker non-truffa, tuttavia, e non farmi male-solo perché un broker è regolamentato, non significa che esso non fa schifo! Come i nostri lettori già sanno, ci sono più di un broker di opzioni binarie che succhiano, malgrado essere regolamentati. Fortunatamente, questo non è l’unica ragione 24Option è stato aggiunto al nostro elenco di broker non-truffa; 24option ha una grande interfaccia utente e il processo di negoziazione e la navigazione globale sono semplicemente fantastico. Il processo di trading è facile da usare e i diagrammi in tensione sono disponibili cliccando sull’asset. Se un trader vuole esaminare più da vicino l’asset, (s) non ha bisogno di individuare altre pagine; un semplice click sulla scheda asset apparirà una piccola finestra appena sopra l’asset con informazioni da Yahoo e altre fonti. Questi grandi vantaggi di 24Option fatto di questa azienda uno dei migliori broker di opzioni binarie là fuori. 24option è migliorata un sacco da quando sono state fondate, la piattaforma è stato ri-progettata, ha aumentato il numero di asset e soggiorno fino a data sembra essere la loro ambizione.

image_20160630_152236

Il loro servizio clienti ottimo rende 24Option una casa più calda al trader di opzioni binarie, per non parlare del regolamento, che è un grande vantaggio grande dei relativi propri. 24option permette i commercianti a investire per quanto 50 000$ in una singola transazione, ciò significa che questo broker non ha alcun problema pagando alti rendimenti. Per rendere le cose più interessanti, 24Option offre premi in denaro (fino a 100 000$) per il top trader della settimana!

24option Broker reclami

Binaryoptionsthatsuck.com fare la ricerca per voi! Stiamo cercando i reclami del broker in tutto il web, fuori controllo e portando i risultati per i nostri lettori. Quello che abbiamo fatto è davvero semplice: abbiamo cercato su Google per 24option reclami o 24options frodi, truffe, ecc si può provare anche. È incredibile, ma non abbiamo potuto trovare anche una sola lamentela su 24option.

Ecco cosa abbiamo trovato. Innanzitutto, c’è una discussione attiva riguardante 24Option nella sezione commenti, reclami e commenti Center e sul Forum. Ogni reclamo che riceviamo viene controllato e monitorato dalla squadra e I. nel complesso, mi sento di affrontare questioni di maggior parte delle risposte negative in astinenza non siano in buona fede. Hauna reazione comune proviene da commercianti o arrabbiati o frustrati, ma non riflette la verità. Più onesti reclami vengono risolti dalla società, quindi penso che sia giusto dire che non vedo grandi problemi qui.

24option Bonus
Bonus Bonus e bonus, tutti vogliono un bonus; 24option hanno un sistema di bonus che mi piace molto: ad esempio, se si deposito 5.000 dollari e quindi riceverà un bonus di 70% (che è 3, 500USD), si deve raggiungere un volume di trading di 50 volte il bonus (non 50 volte bonus + deposito importo come altri Broker richiedono). Così il tuo bonus verrà accreditato, non appena si raggiunge un centinaio e settanta – cinque mila USD nel trading volume (3, 175 * 50 = 500, 000) un bonus guadagnato è completamente disponibile in commercio e può essere ritirato.

Ritiro di 24option

Nella maggior parte dei siti vi diranno come deposito. Il binaryoptionsthatsuck.com non siamo preoccupati da tale opzione, qui la parte più importante ci preoccupiamo che potrebbe anche essere visto come la cosa più importante in opzioni binarie – il ritiro dei vostri profitti. Brokers di solito non causano problemi di deposito di denaro, ma alcuni broker di opzioni binarie causerà problemi di ritirarla.

24option non c’è nessun importo massimo che si può ritirare (alcuni broker limite!), ci vogliono tra i 3-7 giorni lavorativi per ritirare il vostro profitto. Utilizzando un Moneybooker accelera il processo di ritiro e le tasse saranno inferiori. VIP-conti non pagano alcuna tassa per i prelievi che è incredibile! Basta ricordare che è necessario inviare documenti appropriati a causa del regolamento prima di richiedere il vostro denaro per essere trasferiti al tuo account.

24option extra

Alcuni commercianti sono alla ricerca di extra in ogni broker, qui a BOTS.com cerchiamo di pensare differente. Questa sezione è su ciò che è diverso in 24Option, ciò che rende 24Option diverso quindi altri broker.
L’Extra che ci è piaciuto di più in 24options è il:
video 5 ore – l’educazione è importante! 24 opzioni è riacquistare video che ogni principiante ameranno!

Webinar gratuiti, scambi con un professionista!

Citazioni reali-sono l’unica azienda che è il commercio sulle citazioni reali, usano citazioni Leverate che funge anche da alcuni il più grande uso di società di forex come Saxo bank. Ecc ‘
Più alto limita (ritiro) – molto importante fattore che alcuni commercianti non sono a conoscenza, al 24options troverete i limiti più alti, per saperne di più su di esso nel Trading di opzioni binarie i limiti.

image_20160630_152236_2

Piattaforma 24option è piattaforma di Tech 100% web-basato basato su, senza bisogno di alcun software da scaricare. Aspetto del sito Web di 24option è di gran lunga il migliore che abbia visto finora. Lo sfondo nero con il disegno a lettere d’oro è molto moderno ed elegante. Il processo di trading è semplice e molto facile da usare.Informazioni in tempo reale circa l’asset e altri grafici sono forniti all’interno di un semplice click su un asset e appare appena sopra. La sezione FAQ e il glossario sono complete e aggiornate. 24option sito è disponibile in non meno di 18 diverse lingue tra cui inglese, tedesco, spagnolo, arabo e molti altri.

No. di beni e di scadenza tempo 18/20

Totale di 103 attività: 43 scorte, 30 valute (forex), 11 commodities, indici di 19. 24option varietà di beni è vasto. I tempi di scadenza sono fantastici; lasciando che i commercianti scegliere ovunque da 30 secondi, 60 secondi, 120 secondi, 5 minuti, quindi ogni 5 minuti fino alla conclusione del giorno, settimana o mese.

Commissioni, supporto ed efficace ritorno 18/20
24option non pagare eventuali spese o commissioni da parte degli investitori quando essi sul primo deposito o delle opzioni di acquisto e il primo prelievo è gratuito. I prelievi tramite bonifico bancario pagano con un 30$. Titolari di un account Gold ottenere un prelievo gratuito al mese, ma per i titolari di conto Platinum ogni prelievo è gratuito. 24option supporto è disponibile attraverso 21 numeri internazionali-in inglese, francese, italiano e spagnolo e più o via e-mail. Il servizio di chat dal vivo è stato molto veloce e cortese. Il rendimento effettivo è tra i più elevati dell’industria 60-87% In-The-Money, con una media di 82% di ritorno per la maggior parte delle principali coppie di valute. Non c’è nessun rimborso di Out-of-Money, ma è possibile chiudere la vostra posizione da ~ 2 minuti dopo l’acquisto a 5 minuti prima della scadenza.

Deposito, pagamento e Bonus 18/20

Deposito minimo 24option è medio – 250$ / 250€ / £250 / ¥ 50.000 o??? 10.000. deposito è disponibile tramite C.C., Wire transfer, U Cash, MoneyBookers e molti altri. I prelievi sono generalmente disponibili tramite gli stessi metodi, con un minimo di 100$ per i prelievi di filo. Non c’è nessun importo minimo di prelievo tramite Moneybookers. 24option solitamente offrono un bonus fino al 100%, tuttavia, di volta in volta 24Option offre grandi offerte speciali e promozioni per i clienti nuovi e registrati.

Sito Web di Extra 17/20

Innovativa piattaforma 24option offre alcuni nuovi extra e ora include anche all’interno della piattaforma segnali. I segnali variano in forza e suggeriscono la direzione che l’asset rischia di prendere ma data di scadenza è fino al commerciante di decidere. Tranne per il fatto di regolare negoziazione High\Low, 24Option ha un altro altri due modi per commercio-One touch opzione, lascia il commerciante a decidere se pensa che un asset toccherà un certo valore prima della scadenza o non, solitamente per il fine settimana di trading. Il secondo extra è l’opzione di contorno per un rendimento del 75% se un bene è in\out un certo limite. 24option fornisce informazioni e grafici da inizio finanza su ogni asset in un semplice click. 30 secondi opzioni sono loro più recente tipo di breve termine delle opzioni, ma è possibile anche scegliere 60 secondi fino a 5 minuti.

MSP, PRIME SENTENZE NEL CALCIO A 7 E IN QUELLO A 5

PRATO - Sono finalmente iniziati i tanto attesi tornei dell’estate MSP 2014, che vedono al via ben 64 formazioni di calcio a 7 e calcio a 5. Cominciamo dal calcio a 7, dove i campioni in carica del Piccoccio fanno sul serio anche quest’anno: 6 punti e miglior attacco del torneo. Bene anche Bar Bacchino e Branco, che guidano rispettivamente i gironi B e C con 6 punti; nel girone D vanno a braccetto All Star e CITEP, ormai certe di accedere alla fascia GOLD del torneo; anche Villa Fiorita, Banda della Patata e San Right possono fregiarsi della doppia vittoria in altrettanti incontri, mentre Borussia Cup e Mezzana C/7, capoliste con 4 punti nei rispettivi gironi, dovranno sudare nell’ultimo turno per accedere alla fascia alta del torneo.

Per quanto riguarda il calcio a 5, nella Summer Cup di Mezzana, il girone A vede in testa Euroedil (nella foto) e All Star, che hanno sconfitto rispettivamente CS Service ed un bello ma sfortunato Galacticos. Nel girone B i Ragazzi del Circolo archivia agilmente la pratica Bartolini C/5, mentre l’Olimpia Tavola deve sudare le classiche 7 camicie per avere la meglio sui sempre ostici Cubi c/5. Nel girone C Santa Lucia e Korner Kaffè provano a scappare ai danni di Reds e Ottica Mannucci, mentre nel girone D l’Atletico Maracanà pur soffrendo supera il Luciana, a differenza del Caffè Concorde che sconfigge senza patemi l’Atletico Voltaren. Infine, nel primo turno della summer Cup della Valbisenzio, ottimo inizio per Osteria Bua della Tonia e Grazie lo Stesso, che guidano il girone A con 3 punti; nel girone B sono Manzo Team e Vaianese Impavida Vernio ad occupare la prima posizione dopo i successi su La Vega e A.S. Orca; nel girone C ottengono il successo Bastardi senza Gloria ed F.C. Vaiano, bravi a superare Lituani di Sparta e Ten Star.

PRESENTATO L’ACCORDO TRA PRATO E INTER

PRATO - Nella splendida cornice del Tennis Club Prato, davanti addirittura alle telecamere di Inter Channel che ha trasmesso via streaming la conferenza stampa, è stata presentata ufficialmente oggi la partnership tra l’Ac Prato 1908 e il Fc Internazionale 1908 che vedrà arrivare in riva al Bisenzio i migliori prodotti del vivaio nerazzurro. Un accordo fortemente cercato dall’ad laniero, Paolo Toccafondi, e che si è concluso dopo mesi di trattative all’indomani della decisione del patron Andrea di passare il testimone. In tutto saranno tra i 10 e i 12 i giovani che verranno girati dall’Inter al Prato nell’ottica di farli crescere in un club professionistico che, dal canto suo, potrà crescere soprattutto sotto il profilo tecnico. Un’occasione unica non solo per il Prato, ma anche per la città che con questa partnership con la società milanese potrà rilanciare la propria immagine.

Il video della prima parte della conferenza stampa (by Inter Channel)

I dirigenti del Prato e quelli dell’Inter per il momento non si pongono obiettivi di campionato (per esempio, la promozione in serie B dei biancazzurri), ma l’interesse soprattutto a Milano è quello di non fallire in questo progetto, che è unico in Italia. Un accordo che non vedrà il Prato essere la società satellite dell’Inter, bensì mantenere la propria autonomia gestionale, e che sarà seguito con estrema attenzione dalla dirigenza nerazzurra che ha tutto l’interesse a non far arenare questo progetto. D’altronde Roberto Samaden e soprattutto Piero Ausilio ci hanno messo la faccia e non possono fallire.

Ancora top secret i nomi dei giocatori che arriveranno a Prato, anche se nel giro dei prossimi dieci giorni la squadra che affronterà la Lega Pro unica 2014-2015 sarà quasi del tutto fatta. Sono sei per il momento i giocatori confermati, mentre è rientrato dal Viareggio Lorenzo Benedetti. Inoltre, per infoltire la rosa, Toccafondi potrebbe anche attingere dal mercato extra-Inter. D’altronde anche i nerazzurri non vogliono un’Inter B, bensì far crescere i propri giocatori in un ambiente dove ci sono anche giocatori di esperienza. Inoltre, parola di Macalli, le squadre toscane dovrebbero essere inserite tutte nello stesso girone. Quindi i tifosi, almeno ad oggi, possono stare tranquilli: il derby Prato-Pistoiese si giocherà anche al Lungobisenzio visto che il sindaco Matteo Biffoni ha assicurato che i lavori procederanno a spron battuto e forse la tribuna dietro la porta lato sussidiario potrebbe vedere la luce già nel corso di questo campionato.

Qui di seguito le principali dichiarazioni degli intervenuti alla conferenza stampa:
Notaio FRANCESCO D’AMBROSI (presidente Tennis Club Prato): Dopo aver dato il benvenuto a tutti gli ospiti e aver ricordato che il Tc Prato, campione d’Italia femminile, è tra i maggiori tennis club d’Italia, fa le proprie «congratulazioni alla famiglia Toccafondi che hanno gestito l’Ac Prato per 35 anni con equilibrio e oculatezza. Penso che anche questo sia alla base di questo importante accordo con l’Inter; importante per il Prato e per la città».

PAOLO TOCCAFONDI (ad Prato): Dopo aver ringraziato D’Ambrosi per l’ospitalità, ammette che è stato «un vero piacere vedere la fine di un lavoro iniziato un anno fa quando il mio babbo, e lo dico in pratese “babbo”, ha deciso di lasciare. Sono entrato in questa società all’età di 7 anni come raccattapalle. Il mio fratello maggiore è il Prato. Per me è un orgoglio essere riuscito a realizzare, da tifoso, quello che è un sogno e dare alla nostra società, alla nostra squadra e alla città una partnership così importante, un’opportunità da non lasciarsi sfuggire. Chiaramente la domenica le partite saranno da giocare, ci saranno sicuramente momenti in cui soffriremo, anche se mi auguro che siano pochi, ma credo che questo accordo abbia senso se tutte le persone coinvolte hanno voglia di lavorare e se c’è stima reciproca. Conosco Ausilio da 15 anni e Piero ha avuto esperienze alla Pro Sesto e allo Spezia. Due anni fa ho conosciuto Samaden per la cessione di un nostro giovane. Poi c’è mister Esposito che per treanni ha contribuito a far crescere grandi giocatori. La stima reciproca c’è e questa è fondamentale. Inoltre, migliore sceneggiatura di quella vissuta la scorsa settimana con gli Allievi del Prato e dell’Inter a contendersi la Supercoppa dopo aver vinto i rispettivi scudetti non poteva esserci». Alla domanda su quali vantaggi ci saranno per il Prato, Toccafondi ha risposto che «ci sono almeno tre punti virtuosi per Prato e per il Prato. Il primo è un aspetto di prestigio ed eccellenza e ne sono orgoglioso. La seconda cosa importante è la valenza tecnica. Negli ultimi anni l’Inter ha raggiunto oltre 20 finali nei campionati giovanili e noi siamo convinti che per il Prato ci sarà un ritorno tecnico in termini di risultati, anche se poi le partite vanno giocate sul campo». Dopo aver fatto il nome di Longo come possibile ritorno in casa biancazzurra, come terzo punto virtuoso Toccafondi ha raccontato che «in questi anni da amministratore delegato del Prato non è mai successo che i procuratori mi chiamassero per far giocare i loro assistiti nel Prato. Inoltre penso che anche l’Inter abbia una grossa responsabilità per far fare bene al Prato. Il ritorno economico? A dire il vero, è l’ultimo dei miei pensieri». Una domanda è stata posta anche sugli obiettivi del Prato visto che i tifosi da ormai 50 anni aspettano di rivedere il Prato in serie B. «Ora bisogna condividere – ha spiegato Paolo Toccafondi – questo progetto con la città e i tifosi. Dal canto nostro sfrutteremo al meglio questa possibilità. Cercheremo di ottimizzare gli ottimi giocatori che ci arriveranno. Ad oggi abbiamo confermato sei giocatori e vedremo se poi integrarli con altri due o tre giocatori». Infine, sul nuovo assetto societario dell’Ac Prato, Paolo Toccafondi ha ricordato che «il 30 giugno il mio babbo, e ripeto “babbo” perché sono pratese e non milanese, abbandonerà la carica da presidente e la responsabilità verrà presa da me e da mia sorella Donatella. Il mio babbo, da tifoso, non era molto contento dell’operazione con la Fiorentina, ma appena gli ho detto dell’Inter era molto contento. In società sono tutti confermati a parte Mario Masini (che potrebbe andare alla Zenith Audax, ndr) e Renato Gelli. Ma, come disse il mio babbo, la porta è totalmente aperta per qualsiasi persona seria che voglia condividere con noi questa avventura. Il mio babbo voleva tenersi almeno il 10% perché ha dieci nipoti e voleva cedere l’1% della società a ogni nipote».

PIERO AUSILIO (direttore sportivo Inter): «Balotelli, Bonucci, Destro, Obi, Biabiany, Bolzoni, Santon e Caldirola. Sono tutti giocatori dell’Inter usciti dal settore giovanile dell’Inter, tra l’altro allenati da Vincenzo Esposito. Balotelli e Bonucci sono reduci dal Mondiale in Brasile. Anche se non fanno più parte dell’Inter, sono orgoglioso che siano nel calcio che conta. Alcuni dei nostri prodotti sono andati in serie A, altri in B. Alcuni dopo la Primavera, ultima categoria giovanile, hanno bisogno di qualcos’altro per il loro futuro e noi lo abbiamo individuato nell’Ac Prato. Vi assicuro che chiunque arriverà a Prato non farà la comparsa, ma giocherà per vincere, per fare punti. Tutto serve per far crescere i nostri giocatori: la competizione, il giocare contro gli adulti, le pressioni… Tutto serve per continuare il percorso tecnico intrapreso e noi siamo convinti che tutto ciò ci permetterà di recuperare più giocatori da lanciare in serie A. Vogliamo cercare di far sviluppare i nostri giovani nel Prato e nella Lega Pro. Perché abbiamo scelto Prato? La società toscana è stata l’unica e la prima a non chiederci soldi; è stata l’unica e la prima ad avere un approccio giusto e con un progetto ben definito. Se il Prato lavorerà bene, può anche rientrarci economicamente. Da questo accordo il Prato può sicuramente migliorare, ma anche l’Inter. Prato manterrà la propria autonomia, ma noi metteremo a disposizione le nostre competenze e le nostre qualità». Alla domanda su quali giocatori l’Inter girerà al Prato, Ausilio ha risposto che «è presto per dirlo perché si sono appena concluse le comproprietà. L’importante è che ci siano le idee chiare sulle esigenze e anche i giocatori sanno che non vengono qui a vivacchiare, ma per un progetto. Il 20 luglio l’Inter giocherà la sua prima amichevole ufficiale a Pinzolo contro il Prato. La seconda sarà contro il Real Madrid, ma non vi montate troppo la testa… (ride, ndr)». Alla domanda se per l’Inter fosse più comodo un Prato in B o in Lega Pro, Ausilio ha affermato che «non ci poniamo alcun limite. L’obiettivo primario è quello di far crescere bene i giocatori dell’Inter e quelli del Prato. Ma a certi obiettivi bisogna almeno crederci».

MATTEO BIFFONI (sindaco di Prato): Dopo aver dichiarato qualche settimana di preferire la Fiorentina all’Inter, adesso Biffoni percepisce l’importanza di questa partnership non solo dal punto di vista del sindaco, ma anche di quello del tifoso. Dopo aver ringraziato il Tc Prato e l’Inter, il primo cittadino laniero ha salutato «con piacere l’accordo con questa grande società che è sicuramente un valore aggiunto per l’intera città di Prato. Questa città è sempre in piedi e questo accordo trascende il mero fatto sportivo. Rilancia ottimamente l’immagine di Prato. Da tifoso sono molto contento. Sin da bambino ho una malattia che si chiama Ac Prato. Noto con piacere che c’è un programma, c’è l’ambizione. Ora come ora, o si fanno accordi intelligenti come questo, o non si va avanti. Lo sport e il futuro di Prato si legano indelebilmente e sicuramente ciò porterà tutta la città a un livello di eccellenza».

ROBERTO SAMADEN (responsabile settore giovanile Inter): «Ringrazio Ausilio e la società Fc Internazionale perché questo accordo valorizza tutto il lavoro fatto nel e dal settore giovanile. Oltre ai trofei vinti (7 scudetti, 5 Coppe Italia, 6 Tornei di Viareggio, 1 Next Generation Series dalla Primavera interista, 4 scudetti Juniores Berretti, 6 scudetti e 1 Supercoppa ai danni del Prato Allievi, 7 scudetti Giovanissimi, ndr), l’importante è produrre sempre giocatori da lanciare e far affermare nel calcio professionistico. Questo accordo serve per completare il percorso formativo dei nostri giocatori. Sabato ero in tribuna per Prato-Inter categoria Allievi e ho pensato a due parole: “sintonia” e “segnali”. Oltre alla sintonia che c’è con Paolo Toccafondi e Vincenzo Esposito, ci sono diversi “segnali”. Adesso sta piovendo e si dice che porti fortuna, ma soprattutto qualche settimana fa Paolo (Toccafondi, ndr) mi disse “pensa che bello se vincessimo entrambi lo scudetto e ci affrontassimo in Supercoppa”… Quello che mi interessa ora è lavorare in sinergia col settore giovanile del Prato. Dalla Toscana arrivano all’Inter tante giovani promesse, anche dal centro formazione interista di Altopascio. Oltre allo sviluppo del calcio dei grandi, c’è tanto da lavorare per quello del calcio giovanile».

Ragionier MARIO MACALLI (Presidente Lega Pro): «Ringrazio per l’invito rivolto anche alla Lega Pro. Oggi manca solo una persona: Andrea Toccafondi. Io conosco i dirigenti del Prato da molto tempo. A volte si è d’accordo, altre no, ma anche quando siamo in disaccordo c’è sempre rispetto reciproco e ciò è importante. Nel calcio di oggi avere un presidente così longevo come Andrea Toccafondi è eccezionale. Quando dobbiamo fare il Consiglio della Lega Pro si fa fatica a trovare consiglieri perché manca soprattutto l’esperienza nel mondo del calcio. La tifoseria del Prato è molto esigente, ma quando non vanno allo stadio sbagliano perché si devono rendere conto che hanno sempre una società che gioca in un campionato professionistico. Ne ho viste tante che, dopo un periodo di successi, sono praticamente sparite. Società così sane come l’Ac Prato rappresentano sicuramente un fattore positivo». Poi, sull’accordo Prato-Inter, Macalli ha ammesso di opporsi «alle seconde squadre, ma questo accordo è una grande cosa. La Lega non vede di buon occhio le società satellite, ma far sviluppare la propria “cantera” in un’altra società per far valorizzare i giovani la considero un’ottima cosa». Dopo aver espresso parole a sostegno di Giancarlo Abete, presidente dimissionario della Figc, e sperando che il mondo del pallone non diventi «della politica», il numero uno della Lega Pro ha spiegato che la riforma del campionato di terza serie «serve ad eliminare la moneta cattiva e mantenere quella buona. Quando una società dice di avere 1.000 euro deve avere effettivamente 1.000 euro, anzi meglio 1.001. Vedere un accordo come quello tra Prato e Inter per noi è musica. Anche le altre società di Lega Pro potranno arrivare ad accordi come tra quelli tra Prato e Inter. Mi auguro che il Prato possa fare i risultati prefissati e sappiate che da noi le persone perbene sono sempre stimate». Alla domanda sulle notizie uscite su alcuni quotidiani nei giorni scorsi su una possibile divisione delle squadre toscane in gironi differenti, Macalli ha praticamente smentito che le toscane giocheranno in gruppi diversi. Ad oggi, il derby Prato-Pistoiese è salvo.

ARCHIMEDE PITROLO (Vicepresidente Lega Pro): «Sono molto contento di questo accordo. Ricordo che il calcio italiano produce più di un miliardo di euro in tasse all’anno, più le scommesse etc., ma riceve dal Coni “solo” 62 milioni. Il calcio è una macchina che coinvolge milioni di persone praticamente tutti i giorni». Poi, intervenendo sui settori giovanili, Pitrolo ha dichiarato che «far venire i giocatori dell’Inter in Lega Pro è fondamentale per i giocatori e la loro formazione. Non dimentichiamoci che sono molti i calciatori che, passando dalla Lega Pro o ex serie C sono arrivati per esempio al Mondiale. A Berlino, nel 2006, ce n’erano ben 10 su 23. Noi della Lega Pro continueremo a sostenere dei progetti per la crescita e la formazione dei giovani. Per esempio, più minuti giocano i calciatori under 22, più soldi ricevono le società. Nella scorsa stagione, il 20% del totale dei minuti è stato giocato da under 22 in Prima Divisione, il 16% in Seconda Divisione».

PRATO, PARLA ANDREA TOCCAFONDI

PRATO - «C’è un solo uomo che può ridare lustro al calcio italiano. L’unico che si è sempre dimostrato disinteressato a giochi di potere, il cui talento e le cui qualità come persona hanno sempre messo d’accordo tutti. Indiscutibile sul piano umano e sulla pulizia dei valori che incarna. Si chiama Roberto Baggio». Inizia con queste parole la sfida lanciata da due toscani appassionati di sport e di calcio:Roberto Baggio nuovo presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio. Dopo la disastrosa esperienza della Nazionale italiana ai Mondiali in Brasile, infatti, si sono dimessi sia il ct Cesare Prandelli che il presidente della Figc Giancarlo Abete.

La campagna pro-Baggio parte soprattutto da Prato grazie all’interessamento di Renzo Bellandi, celebre allenatore di calcio a 5, sempre molto attento alle questioni sportive della nostra città e non solo, e del fucecchiese Cristiano Lensi. «C’è un forte desiderio di aria nuova – ammette Bellandi – con regole nuove e Roberto Baggio è una persona ineccepibile sotto tutti i punti di vista».

Bellandi e Lensi hanno lanciato una pagina Facebook, “Vogliamo Roberto Baggio presidente della FIGC” (consultabile cliccando qui), che in pochissime ore ha raccolto circa 1.200 adesioni e che potrebbe essere sostenuta anche dal sindaco laniero Matteo Biffoni che, comunque, adesso è concentrato (dal punto di vista calcistico) soprattutto sull’accordo tra l’Ac Prato e l’Inter.

INTERVISTA A LORENZO BENEDETTI, TORNATO AL PRATO

PRATO – Il 22enne Lorenzo Benedetti, nativo di Pietrasanta, nei giorni scorsi è tornato al Prato, che l’ha riscattato dall’Esperia Viareggio. Benedetti, punta centrale dal fisico che si fa sentire, era arrivato al Prato dal Camaiore nell’estate del 2011. Dopo un’ottima stagione al Prato, era stato riconfermato anche nella stagione successiva, ma nel gennaio 2013 era tornato in Versilia, accasandosi coi bianconeri.

In questa breve intervista, Benedetti parla del suo ritorno in riva al Bisenzio.

Ciao Lorenzo, sei contento di tornare al Prato, soprattutto adesso che c’è questa partnership con l’Inter?

«Sì, sono molto contento. La società, attraverso Paolo Toccafondi e il mister Vincenzo Esposito, mi ha dato ancora fiducia e quindi sono assolutamente contento».

Sei reduce da un’esperienza col Viareggio. Come hai vissuto l’esperienza in Versilia, vicino a casa tua?

«È stata una buona esperienza. Non mi sono affatto trovato male, ma ora penso solo al Prato».

Tornato al Prato, quali sono i tuoi obiettivi personali e quelli di squadra?

«Il prossimo anno ci saranno le retrocessioni e, quindi, il primo obiettivo per tutti noi deve essere quello di una salvezza tranquilla. Comunque, gli obiettivi della squadra e della società ancora non li sappiamo, però il primo punto da prendere in considerazione è quello. Poi vedremo…».

Oltre due anni e mezzo fa mi dicesti in un’intervista(cliccare sulla foto a lato per ingrandirla) che il tuo sogno era poter indossare un giorno la maglia dell’Inter. Intanto è arrivata questa partnership coi nerazzurri e il 20 luglio ci sarà l’amichevole con l’Inter. Il tuo sogno si è in parte realizzato?

«Per arrivare a quei livelli è necessario far bene prima nelle categorie inferiori. Quindi, devo fare bene, anzi molto bene col Prato, e se un giorno potrà accadere di indossare la maglia dell’Inter sarò molto, molto contento. E, se dovesse accadere, ringrazierò soprattutto Prato per avermi dato la possibilità di arrivare a quei livelli. Per quanto riguarda l’amichevole contro l’Inter, spero di fare gol (ride, ndr)».

E se ti dovesse capitare di scambiare la maglietta, con chi la scambieresti?

«Non so se ci saranno tutti il 20, tra quelli che hanno fatto il Mondiale etc. L’avrei scambiata con Milito, un reduce del Triplete, ma Diego non c’è più. Quindi la scambierei con Icardi perché prima di tutto è un attaccante e poi perché è giovane».

INTERVISTA A CAPITAN MICHELE DE AGOSTINI

PRATO - Dopo sette stagioni al Prato, Michele De Agostini da oggi non è più un giocatore dell’Ac Prato. Infatti, il suo contratto con la società biancazzurra è scaduto ieri, lunedì 30 giugno, e da oggi il “DeA”, che dei lanieri è stato il capitano, è a tutti gli effetti un giocatore svincolato. Nato a Udine il 27 novembre 1983, figlio d’arte (suo padre Luigi ha vestito diverse maglie importanti, tra cui quelle di Udinese, Hellas Verona, Juventus, Inter e della Nazionale italiana, vincendo una Coppa Italia, una Coppa Uefa, una Serie B, una Mitropa Cup e partecipando ai Mondiali di Italia ’90), Michele ha indossato le divise di Triestina, Pro Patria e per sette anni quella del Prato. In maglia biancazzurra ha disputato in campionato 173 gare realizzando 11 reti, 5 delle quali la scorsa stagione.

Il futuro di Michele De Agostini è ancora incerto. Della rosa 2013-2014, gli unici riconfermati ad oggi sono Brunelli, Grifoni, Malomo, Román e Serrotti, ai quali potrebbero aggiungersi gli ormai svincolati Ghinassi e Cavagna, oltre a Romanò che dovrebbe essere nuovamente girato al Prato dall’Inter. In questo periodo, De Agostini lamenta di non aver parlato con la società né con l’allenatore e l’unica cosa certa è che da oggi è libero di accasarsi dove vuole. Ecco nel dettaglio l’intervista al capitano.

Michele, hai parlato con la società per definire il tuo futuro?

«No, non ho sentito nessuno. Non mi hanno chiamato né Paolo (Toccafondi, ndr), né il mister (Vincenzo Esposito, ndr)».

Dai nomi usciti sui vari giornali, il tuo nome non sarebbe nella lista dei confermati…

«Mi sono giunte voci per le quali non dovrei continuare l’avventura al Prato».

Dopo sette stagioni al Prato, qualora il rapporto si chiudesse così, un po’ di rammarico sicuramente c’è…

«Purtroppo nel calcio funziona così. Non me la sono neanche tanto presa».

Nel frattempo, hai avuto delle offerte da altre società?

«Ancora nulla. Sono ancora in attesa».

Il tuo desiderio quale sarebbe?

«Se c’è la possibilità di continuare a giocare altri due o tre anni sarebbe ottimo, magari anche un po’ più vicino a casa. Sennò, quello che viene, viene. Non c’è problema per me. Sono stato lontano per otto anni e quindi ormai il callo l’ho fatto».

Per anni sei stato l’idolo della curva tanto che sui social network sono molti gli apprezzamenti nei tuoi confronti, soprattutto in queste ore. Cosa vuoi dire ai supporters biancazzurri?

«Sono contento per loro per la nuova avventura della società che sta per partire. Vedo che c’è grande entusiasmo. Li ringrazio per tutto l’affetto che mi hanno dimostrato in questi anni e perché mi sono sempre stati vicini. Io ho sempre cercato di comportarmi bene nei loro confronti. Ci ho sempre messo la faccia, soprattutto nei momenti difficili, i tifosi questo l’hanno capito e infatti si vede l’affetto che mi hanno dato».

Un ultimo ringraziamento?

«Vorrei ringraziare il presidente Andrea Toccafondi (anch’egli da oggi non più al Prato, ndr) per avermi dato la possibilità di dimostrare quello che valgo nel Prato in questi sette anni. È l’unico che ha creduto in me».

GIOVEDÌ GLI ULTRAS A PRESENTAZIONE MAGLIE PRATO

PRATO - Ci saranno anche gli Ultras del Prato giovedì 3 luglio alle 21 in Piazza Duomo alla presentazione delle maglie dell’Ac Prato per la stagione 2014-2015. Gli ultras si ritroveranno alle 19.30 in via Settesoldi 24, presso la sede del gruppo 1908, per poi andare ad onorare “la gloriosa maglia biancazzurra”. L’appello è quello di ritrovarsi numerosi, muniti di sciarpa biancazzurra al collo per andare ad applaudire il simbolo dell’amore per la propria squadra del cuore, appunto la maglia del Prato.

Giovedì, con ogni probabilità, saranno presentate soltanto due delle tre maglie ufficiali della stagione 2014-2015. La maglia azzurra con colletto bianco avrà come sponsor principale “Prato Feels”, mentre la terza divisa, quella col blu scuro similare a quello interista, avrà come main sponsor “Cardato Riciclato Pratese”. Per motivi di tempo dovuti ad una lavorazione più complessa, non dovrebbe essere pronta la seconda maglia, quella bianca con colletto azzurro. A causa di una direttiva della Lega Pro, non sarà quindi possibile ostentare sulla maglia il doppio sponsor, anche perché la Lega Pro disporrà un cosponsor istituzionale per tutte le squadre, già visto nei recenti play off.

CALCIOMERCATO - Oltre ai nomi già rimbalzati nelle scorse settimane nell’operazione Prato-Inter, adesso altri due giocatori sono stati accostati alla causa laniera. Il primo è quello del 19enne Nazionale Under 20 ghanese Isaac Donkor, terzino destro che ha debuttato pure nella prima squadra dell’Inter giocando cinque minuti in Coppa Italia 2013-2014 contro il Trapani e 18′ in Europa League nel 2012-2013 contro il Rubin Kazan. Il secondo è il 21enne difensore austriaco Lukas Spendlhofer, reduce dal prestito al Varese in Serie B. Spendlhofer ha disputato 16 partite, condite da una rete, con la maglia della Nazionale Under 21 dell’Austria, per la quale ha vestito pure la casacca dell’Under 19 e dell’Under 18. Ha pure vinto la Next Generation Series (quella che sarebbe divenuta la Champions League Primavera) con l’Inter di Stramaccioni nel 2012, giocando titolare in finale così come Romanò. Inoltre, il Prato sarebbe sulle tracce del 28enne attaccante del Grosseto, Andrea Ferretti, che potrebbe arrivare a Prato qualora saltasse definitivamente il passaggio in biancazzurro di Riccardo Bocalon, che vorrebbe andare a giocare in serie B.

CALCIO – EX PRATO PAZZAGLI ALLA PISTOIESE

PRATO - L’ex portiere del Prato, Edoardo Pazzagli, figlio del compianto Andrea, anch’egli ex biancazzurro deceduto per arresto cardiaco all’età di 51 anni nel 2011 (nella foto tratta dal profilo Facebook di Edoardo, i due portieri in volo difendono la porta laniera), è il nuovo portiere della Pistoiese. A renderlo noto è il quotidiano online “PistoiaSport.com” per il quale «non ci sarà, per il momento, nessun comunicato ufficiale della società perché il giocatore è in vacanza negli Stati Uniti e non può materialmente firmare il nuovo contratto, comunque Milan, Pistoiese ed il suo procuratore si sono trovate d’accordo su tutto». Figlio d’arte, il 25enne estremo difensore ha vissuto due stagioni e mezza in riva al Bisenzio.

Negativa per il giocatore la prima esperienza, con Corrado Orrico allenatore, tanto che Pazzagli a fine 2008 sbottò dicendo che «a inizio anno mi sono state fatte delle promesse che poi non sono state rispettate. Non ho mai giocato, neanche un minuto e il rapporto con l’allenatore si è fatto sempre più difficile fino all’esclusione della rosa». Pazzagli a fine stagione lasciò Prato per andare all’Andria Bat,per poi tornare nella città laniera via Fiorentina a gennaio 2010 fino a giugno 2011. In questa seconda esperienza in via Firenze vissuta alla corte di Andrea Bellini, il portiere toscano collezionò in tutto 43 presenze in Lega Pro. Nel 2009-2010 disputò 10 partite in Seconda Divisione, subendo 12 reti. La stagione successiva, invece, Pazzagli giocò 29 gare su 30 (una la saltò per squalifica dopo un’espulsione) subendo 22 gol, disputando in seguito tutte e 4 le partite dei play off promozione subendo 6 reti.

Dopo le esperienze al Monza e all’Ascoli, il Milan, nel frattempo divenuto proprietario del suo cartellino, lo ha quindi girato ai rivali di sempre del Prato, ossia alla Pistoiese. Pazzagli dovrebbe essere il portiere titolare degli arancioni alla corte di mister Cristiano Lucarelli.